Calvin Klein: Do Not Call Me Underwear

Non chiamatelo Intimo Calvin Klein  ne ha fatto un suo marchio di fabbrica, inventando la biancheria logata.

Irriverenti e provocatorie le sue campagne pubblicitarie, celebre la frase di una quindicenne Brooke Shields che fece scandalizzare l’america che suggeriva di non indossarle proprio le mutande “Vuoi sapere cosa c’è tra me e i miei Calvin?  (riferito al jeans)”   “Niente.”

Nel 1982 lo scatto del fotografo Bruce Weber al campione olimpionico di salto con l’asta, Tomás Hintnaus, disteso su di un tetto a Santorini in una posa che metteva in risalto i suoi muscoli, ha rivoluzionato la concezione degli slip da uomo, che da una pura necessità si sono trasformati in un qualcosa di cool e desiderabile.

Celebri le campagne con il cantante amatissimo dalle teenager di tutto il mondo Justin Bieber e con il calciatore David Beckham

ck-bieber-hed-2014.jpg

beckham-p48.gif

L’elastico con l’iconico logo è ancora popolarissimo l’hashtag #mycalvins accompagna  521.301  immagini su Instagram,  comprese quelle di molte celebrità come  le modelle Kendall Jenner e Gigi Hadid,

1460845842-10311283-1003317793095483-655586605-n

gigi-hadid-wearing-calvin-klein-underwearCaraSantanaCaraSantanaLeavesAlfredCafe-calvin-klein-2-700x896

jourdan dunn my calvins

Ma non chiamatelo intimo è molto di più, un accessorio da indossare e mostrare sia di giorno che per la sera !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...