Introducing Marine Serre: THE FUTURISTIC DESIGNER

IT:

Marine Serre classe 1991, giovane stilista francese che in pochi anni ha raccolto intorno a sè il consenso e l’interesse degli addetti ai lavori e dei buyers, conquistando il cuore degli insider dell’industria della moda e delle celebrities come Dua Lipa e Kylie Jenner.

Chi non conosce le iconiche mezze lune, logo del suo brand, che è stato eletto logo dell’anno 2020 da Lyst, motore di ricerca leader nel settore del fashion che analizza e approfondisce i trend ed i marchi, grazie anche al video del brano Already di Beyoncé, che nello short-movie indossava una tuta second-skin ricoperta dalla famosa stampa con le mezze lune.

La stilista ha dichiarato nell’occasione che “La luna è un’icona, un simbolo, un’immagine, una rappresentazione, una bandiera, un linguaggio, una metafora, un oggetto nel quale crede; la mezza luna come simbolo di vita e di fecondità, di rinascita e di ripartenza dopo gli attacchi terroristici che colpirono la Francia ed il Belgio”.

Il suo è stato un amore a prima vista per la moda, sin da piccola con il suo stile esagerato creava degli outfit rubando gli abiti alla sua mamma e al suo papà, poi gli studi presso la Cambre Mode/S/ di Bruxelles, dove si laurea con la lode, e proprio all’esame finale che accende i riflettori su di sé allestendo la sfilata Radical Call For Love, che ha una risonanza a livello internazionale e si conquista l’interesse da parte di store internazionali come The Broken Arm e Dover Street Market.

L’anno successivo Marine Serre vince, a Parigi, il LVMH Prize, riservato ai Fashion Designer emergenti consegnato per l’occasione da Rihanna.

Un anno di tirocinio all’interno di LVMH, il cosiddetto French luxury group e collaborazioni come stagista con Alexander McQueenMaison Margiela,  Dior e Balenciaga. Nel frattempo, lavora anche ad una sua collezione, che viene presentata a Parigi quello stesso anno e da li in poi non si è più fermata.

Le collezioni arrivate dopo quel debutto hanno nomi vagamente distopici e riassumono la filosofia che Marine integra a livello estetico nei propri abiti: CornerstonesManic Soul MachineHardcore CoutureRadiationMarée Noire e infine Mind Melange Motor.

Il suo stile è un mix tra raffinatezza in pieno stile francese haute couture e il futurismo eco sostenibile dello sportwear.

È Amor Fati, il cortometraggio distopico con cui Marine Serre ha scelto di presentare la collezione SS21: un corpo nudo steso su un tavolo operatorio è il punto di partenza attorno a cui ruotano i viaggi alla scoperta di nuovi mondi di un gruppo di figure mistiche, realizzato dai registi Sacha Barbin e Ryan Doubigo e dal compositore Pierre Rousseau, il film ha per protagoniste la cantante iraniano-olandese Sevdaliza e dall’artista francese Juliet Merie sua grande amica.

“Due figure camaleontiche passano attraverso questi mondi diversi, mentre i loro abiti e le loro apparenze si adattano alle situazioni che incontrano, il potere di cambiare il proprio stile o il proprio modo di essere, di trasformarsi o di mimetizzarsi costruisca narrazioni personali attraverso i capi che si sceglie di indossare”. Marine Serre anche in questa collezione è decisa ad accompagnare l’industria del fashion verso un futuro con meno sprechi, capi contemporanei  realizzati in nylon biodegradabile, body second-skin con stampa iconica della mezza luna, giacche e pantaloni cargo, ma anche capi sartoriali, come i completi monopetto in tessuto jacquard.

Marine Serre, ora disponibile su deliberti.it

_______________________________________________________

EN:

Born in 1991, in a small village of Corrèze, Marine Serre is a young French designer, graduating at La Cambre Mode, in 2016 with a collection full of pieces made from her personal collection of recycled, vintage stuff. Soon after Serre held internship, working under Sarah Burton at Alexander McQueen, at Maison Margiela, and Raf Simons at Dior.

She achieved her first full-time position at Balenciaga, where she worked as a junior designer for a year under Demna Gvasalia. Soon after the designer launched her eponymous label and became one of the industry’s most buzzed about brands.

The following year Marine Serre wins, in Paris, the LVMH Prize. The collections arrived after that debut have vaguely dystopian names and summarize the philosophy that Marine integrates aesthetically in their clothes Cornerstones, Manic Soul Machine, Hardcore Couture, Radiation, Marée Noire and finally Mind Melange Motor.


Her style is a mix of sophistication in full French haute couture style and ecosustainable futurism sportwear.

It’s Amor Fati, the dystopian short film with which Marine Serre has chosen to present the collection SS21: a body Translate a document Naked on an operating table is the starting point around which travels to the discovery of new worlds of a group of mystical figures,“Two chameleon figures pass through these different worlds, while their clothes and
appearances adapt to the situations they encounter, the power to change their style or their way of being, to transform or camouflage builds personal narratives through the garments that you choose to wear”
. Marine Serre also in this collection is decided to bring the fashion industry closer to a future with less waste, contemporary garments made of biodegradable nylon, second-skin leotard with iconic mid-moon print, jackets and cargo pants, but also tailored garments, such as single-breasted suits in jacquard fabrics.

Marine Serre SS21 Collection is available now on deliberti.it, discover more here.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...